THE CODEBREAKER WOMEN - Le donne che "bucarono" i codici cifrati dell'Enigma nazista...e salvarono il mondo .


E' con stima e commozione che propongo una raccolta di informazioni e foto (ricavate dalle mie ricerche su Blentchley Park) che ritraggono i profili umani e professionali di alcune delle donne che salvarono il mondo durante la II° guerra mondiale.
Con sincero piacere vengo così ad introdurre il lettore nell'affascinante mondo delle leggendarie...

"CODEBREAKER WOMEN"
Donne (come Mavis Batey che viene intervistata nel filmato a fondo pagina) intelligenti e coraggiose che lavoravano anche 14 ore al giorno per decifrare i comunicati nazisti della macchina Enigma.

L'operazione di crittoanalisi al Bletchley Park, durante la 2° guerra mondiale, era affidata ad un personale di quasi 10.000 persone (circa il 75% di questo numero era rappresentato da donne).
Tuttavia, ci sono ancora poche donne che sono state formalmente riconosciute come crittoanaliste che realmente lavorarono allo stesso livello dei loro coetanei maschi.
L'articolo che segue si riferisce ai decodificatori donna che si sono maggiormente distinte per successi di crittoanalisi e di contributi dati alla patria e al mondo con i loro servigi :

Mavis Batey (formerly Lever)
Margaret Rock
Joan Murray (formerly Clarke)


La scrittrice Kerry Howard ha scritto un breve ebook per presentare le figure di Mavis, Margaret e Joan e rendere omaggio al loro notevole contributo durante la seconda guerra mondiale che andrà a consolidare le informazioni che si trovano in rete, nonché l'aggiunta di molti extra per dare ai lettori uno strumento in piu' ed ottenere da queste donne una migliore ispirazione.


L'e-book è facilmente reperibile su Amazon UK











Mavis Batey (ex Lever)

Mavis Lilian Batey è nata il 5 maggio 1921 a Londra. Dopo una regolare formazione in convento ha frequentato l'University College di Londra specializzandosi in letteratura tedesca.
Fu direttamente reclutata, dall' University College London per la sua spiccata intelligenza, dal suo stesso professore Leonard Willoughby.
Gli studi e le sue competenze linguistiche d'eccellenza avevano portato Mavis a lavorare per il Ministero del Foreign Office’s Ministry of Economic Warfare (MEW) un'organizzazione del Regno che individuava e catalogava in liste nere le aziende, ubicate in paesi neutrali, che lavoravano con i nazisti o fornivano materiale ai tedeschi.
Fu subito notata per le sue capacità da Dilly Knox per la prima volta nel giugno 1940 quando si trovò a Bletchley Park per una riunione di selezione di nuovi codebreaker .
(Dilly Knox è stato alto-responsabile per i primi tentativi britannici di entrare nel traffico cifrato  Enigma con l'uso della scheda Stecker e che nel 1939 decise di reclutare matematici , il primo di questi è stato Peter Twinn seguito da Alan Turing).


Il lavoro della Batey è stato una delle chiavi del successo del D-Day.
Nel dicembre del 1941 Mavis Batey ha decifrato un messaggio criptato tra Belgrado e Berlino che ha permesso alla squadra di Dilly Knox di formulare il reverse della chiave di criptazione dell' Abwehr Enigma, una particolare macchina Enigma pensata per essere ancor piu' inviolabile in dotazione all'Abwehr (servizio d'intelligence e controspionaggio del Comando tedesco).
E' così che Mavis Batey feri' ai fianchi il Terzo Reich nazista.




Mavis Batey ha scritto una biografia approfondita su Dilly Knox dal titolo Dilly: The Man Who Broke Enigmas contenente un'accademica introduzione sul funzionamento del codice di crittoanalisi  (Government Code & Cypher School codebreaking operation) . Scrisse anche un resoconto personale dei suoi successi di crittoanalisi e di contributi dati alla storica battaglia di Capo Matapan, nella quale fu messa fuori combattimento la Marina Italiana nella II° guerra mondiale.

Batey era vedova dal 2010 di Keith Batey, un Codebreaker matematico che incontrò al Bletchley Park e che sposò nel 1942.  Si spense all'età 92 anni, il 12 novembre del 2013.
http://en.wikipedia.org/wiki/Mavis_Batey  - Profilo di Mavis Batey su Wikipedia
Canary Islands Service Enigma Break  - il suo resoconto di come la collega Margaret Rock ha "bucato" un nuovo cifrario dell'Abwehr Enigma nel maggio 1943

Intervista audio con Mavis Batey; Autore Michael Smith  ospitato su Audioboom.




Margaret Rock

Prima della pubblicazione del libro  Dear Codebreaker   molto poco si sapeva su Margaret Rock, un'altra codebreaker donna di spicco del Bletchley Park.
Margaret Alice Rock è nata il 7 luglio 1903, figlia del Dr. Frank Ernest Rock e Alice Maud Simmonds. Ha studiato presso la Scuola di Middlesex Nord e si è laureata alla Portsmouth High School (parte del Girls’ Day School Trust ) nel 1919.
Arrivò a Bletchley Park il 15 aprile 1940.  A trentasei anni era più vecchia della maggior parte delle giovani ragazze del Bletchley Park che sono state reclutate direttamente dalla scuola o all'università. Come matematico-statistico laureata al Bedford College (ora parte del Royal Holloway) , Margaret fu comunque una recluta modello per la Sezione di Ricerca guidata da Dilly Knox del Cottage No.3 .
Tra ottobre e dicembre del 1941 Dilly e il suo team, tutto al femminile, nel Cottage No.3 ruppe il codice cifrato della macchina Enigma Abwehr (dell'intelligence militare tedesco). Questa rottura significativa ha permesso alla Gran Bretagna di ottenere il controllo della rete di spionaggio tedesca aprendo la strada da li a poco al D-Day. Dilly Knox ha dato a Margaret Rock e Mavis Batey tutto il merito per la decifrazione Abwehr.
Potete leggere come la macchina Enigma Abwehr è stata violata, qui 



Durante il suo periodo di servizio a Bletchley ha trovato la sua vera vocazione come Codebreaker e ha continuato a lavorare a Bletchley Park, poi al GCHQ, per altri successivi 20 anni.
Il libro Dear Code Breaker: The Letters of Margaret Rock (Bletchley Park Code Breaker & John Rock (Parachute & Glider Forces Pioneer)  (pubblicato nel 2013) è una visione toccante ed unica della vita quotidiana di Margaret Rock attraverso una serie di lettere scritte da Margaret e suo fratello John Frank Rock.

Un libro che accompagna il lettore attraverso un'affascinante spaccato sull'amore e la perdita, poi, dell'unità familiare continuando su importanti eventi mondiali come la 1°guerra mondiale , la caduta della Francia e le loro carriere pionieristiche durante la 2° guerra mondiale .
Potete trovare maggiori informazioni su Dear Codebreaker e guardare un video sul ritrovamento delle carte personali di Margaret. Il sito è un archivio digitale sulla pubblicazione delle carte di Margaret continuamente aggiornato .
È possibile trovare riferimenti su Margaret e le altre donne decodificatrici nei seguenti libri:
The Secrets of Station X: How the Bletchley Park codebreakers helped win the war  (I segreti della stazione X: come i decodificatori di Bletchley Park hanno aiutato a vincere la guerra) di Michael Smith (Pan Books, 2004).
The Secret Life of Bletchley Park: The WWII Codebreaking Centre and the Men and Women Who Worked There   (La vita segreta di Bletchley Park: Il Centro di Crittanalisi nella seconda guerra mondiale e gli uomini e le donne che vi lavoravano)  di Sinclair McKay (Aurum Press 2011)



Joan Murray (formerly Clarke)

Joan Elisabeth Lowther Clarke Murray è nata il 24 Giugno 1917 a Londra. Nel 1936, dopo aver completato la sua formazione al Dulwich High School ha studiato matematica al Newnham College di Cambridge. Nel 1940 si laurea con lode . Il suo supervisore di Geometria, anch'esso Codebreaker del Bletchley Park , Gordon Welchman, la recluta alla Scuola Governativa Code & Cipher School nel giugno 1940 subito dopo terminati gli studi. Dopo un periodo di lavoro d'ufficio, le abilità di Joan (di spicco tra i colleghi uomini) la portano a diventare una delle prime e poche donne decodificatrici al Bletchley Park.
Durante il suo servizio le fu riconosciuto un significativo aumento di stipendio, per riconoscerle capacità e contributi dati alla principale squadra di crittanalisi.
I suoi colleghi e supervisori la descrivono come "congeniale ma timida, dolce e gentile, non aggressiva e sempre subordinata agli uomini della sua vita".  Era molto rispettata dai suoi coetanei maschi e divenne anche "Vice Capo" del suo reparto nei primi mesi del 1944. Una promozione molto rara al femminile, perché solo in una o due occasioni questi ruoli di leadership  furono riconosciuti alle donne del  Bletchley Park.

Joan ha continuato la sua carriera nella crittoanalisi, dopo la guerra, al GCHQ e ha ricevuto importanti riconoscimenti MBE nel 1947 per il suo contributo durante la 2° guerra mondiale.

Approfondimenti disponibili:
- Potete leggere un' articolo sulla Biografia di Joan Clarke, qui .
- Capitolo 14 - Rifugio 8 e Naval Enigma Part 1 (scritto da Joan Murray) in  Codebreakers: The Inside Story di Bletchley Park  di FH Hinsley & Alan Stripp (Oxford University Press, Oxford, 1993).
- From the Archives: A Lady Codebreaker Speaks: Joan Murray, the Bombes and the Perils of Writing Crypto-History From Participants Accounts di Colin Burke e comprende un articolo di Joan Murray.




Serie di foto che ritraggono le leggendarie CodeBreaker Women al lavoro















Qui di seguito alcune code-breaker (le ultime 6 sopravvissute) si ritrovano insieme accanto al Colossus per il "70th anniversary of Colossus"  (ore 23:06 del 6 Maggio 2014).



Codebreakers (da sinistra a destra):
1. Margaret Mortimer, 2. Margaret O-Connell, 3. Lorna Cockayne, 4. Margaret Kelly, 5. Joanna Chorley(wheelchair) 6. Betty Warwick
(Photo: GEOFF ROBINSON)




Ms Chorley ricorda commossa: "... ricordo quel giorno come se fosse ieri. Mettemmo in ginocchio i calcolatori elettro-meccanici di Hiltler, tutti i loro inviolabili codici cifrati Enigma si aprirono tra le nostre mani come farfalle..avevamo "bucato" il  cifrario nazista ..."
Da li a pochi giorni fu cosi possibile dare inizio al D-day!..

"PARLATENE AI GIOVANI....RICORDATEVI DI NOI..."
(Joanna Chorley)




Scritto da:  Sorrentino Maurizio